a cosa serve il doposole

A cosa serve la crema doposole

14 Giugno 2022 -  OFI S.p.a.

Che cosa è il doposole?

Il doposole è un prodotto cosmetico che nasce dalla necessità di apportare sollievo dopo l’esposizione diretta più o meno prolungata ai raggi del sole e limitare gli effetti della conseguente disidratazione, ricostituendo la barriera idrolipidica.

Spesso sottovalutato, il doposole è un prodotto indispensabile dopo l’esposizione solare, non solo per ottenere un’abbronzatura perfetta, ma anche per prendersi cura in maniera corretta della pelle e restituire alla cute la giusta freschezza, morbidezza e idratazione.

Come si usa il doposole

È fondamentale infatti prendersi cura della pelle nel modo giusto prima, durante e soprattutto dopo l’esposizione ai raggi solari. 

Dopo una giornata di sole, è indispensabile lenire e idratare la cute con un prodotto doposole, necessario per riequilibrare lo stress causato non solo dai raggi solari, ma anche dalla salsedine e dalla sabbia. L’uso del doposole calma e lenisce i rossori, previene le screpolature e rende l’abbronzatura più uniforme, luminosa e duratura.

Subito dopo una giornata in spiaggia, in piscina o dopo una lunga passeggiata all’aria aperta, infatti, la cute necessita di trattamenti mirati, in quanto viene stressata dal calore e dalle reazioni indotte dai raggi ultravioletti.

Arrossamenti, secchezza e tendenza a screpolarsi sono i primi effetti visibili, mentre danni più profondi, senza le dovute accortezze, possono manifestarsi a livello cellulare.

Scottarsi ad esempio è un bel problema, ma ciò che viene sempre sottovalutato è che la scottatura continua a svilupparsi nelle immediate 12-24 ore dopo l’inizio del fenomeno. È inutile ricorrere a prodotti solo idratanti da utilizzarsi come effetto tampone. Essi intrappolano il calore e permettono al danno di aumentare ulteriormente. Serve subito dell’acqua fresca (non ghiacciata, il che sposterebbe ancora una volta il problema insultando l’epidermide con un inutile e dannoso shock termico), quindi un buon doposole a base di componenti naturali antinfiammatorie come l’aloe vera, per esempio.

A cosa serve il doposole?

Il doposole ha la funzione di:

  • reidratare e rigenerare la pelle disidratata dall’esposizione ai raggi UV;
  • nutrire e rinfrescare l’epidermide restituendo sollievo contro scottature, eritemi, pruriti e secchezza;
  • restituire equilibrio alla pelle stressata.

L’applicazione quindi permette di conservare la compattezza della pelle e ripristinare il film idrolipidico, contrastando la disidratazione e le conseguenti spellature, che mettono a rischio l’integrità dello strato cutaneo superficiale e l’uniformità dell’abbronzatura.

Indipendentemente dalla formulazione con cui si presenta, il doposole ha il compito fondamentale di dissetare la pelle per evitare la secchezza e permetterle di rigenerarsi: una cute ben idratata significa permette di mantenere, infatti, un colorito intenso. Inoltre, il doposole mette un freno a quei processi che predispongono all’invecchiamento precoce della cute.

Principi Attivi del doposole

I principi attivi più utilizzati nei cosmetici doposole sono:

  • ALOE VERA

Azione idratante, rinfrescante e disarrossante. L’aloe vera, grazie ai suoi principi attivi, soprattutto la barbaloina, svolge un’azione antinfiammatoria, antipruriginosa e di stimolo delle difese immunitarie della pelle.

L’Aloe è una pianta perenne originaria del Sud Africa che cresce spontanea nei luoghi assolati vicino al mare e nelle zone sabbiose della fascia mediterranea, Messico e Florida. Dalla sommità delle foglie carnose si estrae per pressione a freddo un succo incolore e trasparente che contiene mucillagini e sostanze dotate di attività lenitiva e antiarrossamento, quali bradichinasi, lattato di magnesio e aloctina.

Ha proprietà cicatrizzanti su lesioni ulcerative della pelle provocate sia da radiazioni terapeutiche che dalla radiazione solare; utile anche in caso di punture di insetti, piccole ferite, abrasioni e dermatiti. L’estratto del succo condensato di Aloe ha acquistato negli ultimi anni un primario interesse cosmetico dopo che ne è stato sperimentalmente confermato il buon potere schermante sulle radiazioni eritematogene dell’UVB. Oltre all’azione filtrante, svolge una positiva funzione lenitiva e cicatrizzante per cui può essere utilizzato anche in preparati doposole, in prodotti per mani screpolate, in maschere per pelli secche.

  • BURRO DI KARITÉ

Azione emolliente, nutriente e dermorestitutiva. Il burro di karité – estratto dai semi di una pianta tropicale africana, il Butyrospermum parkii – è ricco di vitamina A, D ed E, e stimola la circolazione dei capillari cutanei.

  • ALLANTOINA

Definita come 5-ureido-idantoina ed è infatti strutturalmente correlata con l’urea con cui condivide gli effetti cosmetici. Grazie alle sue proprietà benefiche e anti-irritanti, è particolarmente utilizzata in formulazioni cosmetiche, dermatologiche e farmaceutiche. Anche a bassa concentrazione, produce i suoi salutari effetti sulla normale formazione del tessuto cutaneo.

Stimola i processi di riparazione dei tessuti, lasciando la cute morbida, elastica e vellutata, proteggendola dalle aggressioni esterne.

I laboratori di Ricerca e Sviluppo di OFI hanno sviluppato formulazioni doposole che sono anche antiage grazie all’utilizzo di acido ialuronico e polifenoli del tè verde. Infatti la maggior parte dei sistemi naturali di fotoprotezione diviene insufficiente dopo intensa e prolungata esposizione UV. Secondo molti studi di immunoprotezione dermica, un elevato numero di sostanze naturali tra cui le catechine del tè verde, quando applicate sulla cute, sono capaci di agire come prevenzione della formazione di radicali liberi e proteggere le cellule della nostra pelle.

Doposole e crema idratante: quali sono le differenze e perché l’una non sostituisce l’altro?

Spesso molti si chiedono se al posto del doposole si può usare una classica crema idratante.

La funzione di entrambi i prodotti è quella di idratare e possono contenere ingredienti simili, però si tratta in realtà di due prodotti diversi.

La differenza sta in alcuni ingredienti contenuti nei doposole che hanno maggiore azione rinfrescante e lenitiva, nella consistenza, generalmente più leggera, e nella profumazione, che nei doposole ricorda quella dei prodotti solari.

Nello specifico, il doposole contiene attivi specifici per riparare la pelle stressata dalle aggressioni solari, come ad esempio Vitamine, Aloe vera, ecc. Rispetto alla crema idratante hanno una texture rinfrescante che sfrutta gli effetti termici, abbassando la temperatura di pochi gradi.

Completano le formule dei doposole soluzioni speciali che prolungano l’abbronzatura ed evitano la desquamazione. In più, gli agenti idratanti sono formulati in modo tale che penetrino in profondità senza ungere la pelle.

In questo senso, i doposole sono quindi da preferire perché regalano maggiore comfort alla pelle, non restano in superficie ma anzi, penetrano immediatamente, donando immediato sollievo.

Il doposole quindi è un prodotto più specifico e mirato: durante l’esposizione ai raggi solari la pelle tende a disidratarsi molto di più ed è quindi necessario ripristinare il livello ideale di idratazione.

E spesso l’abituale crema idratante può non essere sufficiente, ecco perché è preferibile ricorrere ad un doposole.

Quando e come mettere il doposole

I doposoli viso e corpo vanno applicati alla fine della giornata di sole, dopo la doccia o il bagno, avendo cura di aver prima rimosso ogni residuo di crema solare, sabbia, sale o cloro. 

Va steso con un leggero massaggio su tutto il corpo, in particolar modo sulle zone arrossate o eccessivamente secche. 

È ideale ripetere l’applicazione della crema dopo il primo rapido assorbimento: una sensazione di freschezza e idratazione intensa darà sollievo alla pelle.

Potrebbero interessarti anche:

Protezione solare: facciamo chiarezza su raggi UVA-UVB, filtri solari e SPF

6 Luglio 2021 -  OFI S.p.A.

I meccanismi del fotoinvecchiamento cutaneo: perché il sole fa invecchiare la pelle?

22 Febbraio 2022 -  OFI S.p.A.

I filtri solari ecologici

22 Marzo 2022 -  OFI S.p.a.